La privacy compliance è un processo duraturo nel tempo.

Adeguamenti fatti nel 2018 probabilmente oggi non sono più attuali: quanti dipendenti hai cambiato? quanti consulenti esterni? quante modifiche agli strumenti informatici? quanti provvedimenti interpretativi del Garante sono stati emanati? Per questi (e molti altri) motivi occorre riesaminare, almeno con cadenza annuale, che tutto il lavoro svolto mantenga la sua validità, aggiornandolo se necessario.  A dirlo è l’art. 24 del GDPR, il quale dispone «Tenuto conto della natura, dell’ambito di applicazione, del contesto e delle finalità del trattamento, nonché dei rischi aventi probabilità e gravità diverse per i diritti e le libertà delle persone fisiche, il titolare del trattamento mette in atto misure tecniche e organizzative adeguate per garantire, ed essere in grado di dimostrare, che il trattamento è effettuato conformemente al presente regolamento. Dette misure sono riesaminate e aggiornate qualora necessario».

Sinceramente, compreresti una bella macchina per poi lasciarla rompere senza farle mai il tagliando? 

Ecco, noi di Consulenti Privacy siamo i tuoi “meccanici del GDPR“: aggiustiamo il tuo vecchio adeguamento mettendo la tua azienda al riparo dalle sanzioni.

Vuoi sapere come? Contattaci: https://www.iconsulentiprivacy.it/contatti/