Apple: gli IP degli utenti inviati a un colosso cinese

Apple si dichiara da sempre interessata a tutelare i dati dei propri utenti attraverso sistemi privacy a prova di data breach. Qualcosa però sembra essere non proprio in linea con quanto afferma il colosso della mela. Sembra infatti che da febbraio scorso, con il rilascio di iOS 12.2 beta, si operi, in modo silente, un invio di indirizzi IP ad un big del mercato cinese: Tancent.

Navigando sul Web tramite il browser Safari, il nostro indirizzo IP può essere comunicato in modo del tutto automatico a Tencent, importantissimo operatore cinese, peraltro considerato al fianco di Pechino in iniziative come lo sviluppo di un videogioco per la propaganda a sostegno di Xi Jinping e la censura dei dissidenti.

La trasmissione dei dati avviene per permettere alla funzionalità di Safari, denominata “Avviso” di avvisare l’utente quando visita un sito internet potenzialmente pericoloso. I siti Web fraudolenti sono veicolo di attacco hacker e rappresentano una seria minaccia informatica per i nostri sistemi, tant’è che ad oggi, le aziende investono milioni nell’implementazione dei sistemi di sicurezza elettronica.

Come rimediare?
L’utente può evitare che ciò avvenga, recandosi all’interno delle impostazioni di Safari e disattivando al feature, ma attenzione: così facendo si rinuncia alla protezione contro le minacce che si nascondono in rete.