Prosegue la rubrica di aggiornamento sulla nuova normativa privacy in vigore a San Marino che ha accompagnato il partecipatissimo convegno, organizzato in collaborazione con Libertas, tenutosi in data 12/02/2019 presso la Sala Montelupo di Domagnano.

In questo articolo tratteremo il tema dell’obbligo di nomina del Rappresentante nell’Unione Europea per imprese e studi professionali sammarinesi. Tale figura non è prevista dalla legge sammarinese 171/2018, bensì dal Reg. UE 679/2016 (GDPR) che, ai sensi dell’art. 3 del Regolamento, si applica anche alle aziende con sede extra UE che offrono beni e servizi a cittadini residenti nell’Unione Europea.

Ebbene, il combinato disposto degli articoli 3 e 27 del GDPR prevede che qualora un’impresa con sede extra UE tratti in modo non occasionale dati di cittadini europei, allora sarà obbligata a nominare un Rappresentante stabilito nello Stato membro in cui si trovano gli interessati al trattamento.

Ma come procedere alla nomina del Rappresentante?
Il Considerando 80 del Regolamento suggerisce di adottare una nomina esplicita mediante mandato scritto del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento ad agire per conto di questi ultimi con riguardo agli obblighi che a questi derivano dalla normativa privacy.

Compito del Rappresentante sarà quello di fungere da interlocutore tra il titolare extra-UE, gli interessati cittadini europei e le Autorità Garanti, potendo essere destinatario di misure attuative in caso di inadempienza da parte del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento. Restano in ogni caso ferme, anche nell’ipotesi di nomina del Rappresentante, le responsabilità dirette dei titolari extra-UE per l’inosservanza della normativa privacy.

Vi informiamo che Consulenti Privacy offre a tutte le imprese sammarinesi il servizio di Rappresentante nell’U.E..

Contattaci per saperne di più!
e-mail info@iconsulentiprivacy.it
tel 0541 1798723 – 329 2096006