La manovra sembra essere milionaria e prevede l’installazione presso le Pubbliche Amministrazioni di macchinari per il rilevamento dei dati biometrici dei lavoratori. Lo scopo? Reprimere il fenomeno dell’assenteismo lavorativo e della falsa attestazione delle presenze. Lo strumento funzionerà, “basta tolleranza nei confronti dei furbetti del cartellino” e la ministra Buongiorno si dice soddisfatta del progetto.

Di avviso leggermente diverso sono però i sindacati che evidenziano come il fenomeno dell’assenteismo sia limitato a poche decine di casi in Italia, calcolati su oltre tre milioni di lavoratori (dati del 2017 forniti dal Parlamento). A definire probabilmente sproporzionata la misura è anche il Garante della Privacy, Antonello Soro, che il 13 maggio è intervenuto su Radio1, a “Radio anch’io”, sollevando un problema di eccessiva invasività della misura.

“Sono contrario, perché l’assenteismo, la falsa attestazione di presenza è una cosa molto grave, è un reato e bisogna contrastarlo. Ma la strada scelta per contrastarlo a mio parere è sproporzionata”. A fronte di numeri relativamente esigui di “furbetti”, sottolinea il Garante, si sottoporrà a controllo biomedico generalizzato, sistematico, indiscriminato, la maggior parte dei lavoratori.

“I dati biometrici – continua Soro – in Europa godono di una tutela rafforzata e non è casuale, perché da qui si può risalire a tante cose”. Inoltre, “pensare di trattare allo stesso modo un Comune con 20 dipendenti e un ministero come quello dell’Economia con migliaia di dipendenti è un non senso, perché – conclude il Garante – i meccanismi di controllo sono assolutamente diversi”.

La raccolta delle presenze attraverso la scansione delle impronte digitali dei dipendenti non è l’unico modo per limitare la libertà degli stessi. La tua azienda, ad esempio, ha telecamere di videosorveglianza installate? Il diritto all’installazione ti è riconosciuto per legge per tutelare il tuo patrimonio aziendale e per rafforzare la sicurezza dei lavoratori. Occorrono però alcuni accorgimenti specifici, quali? Contattaci per trovare la soluzione più adatta alle esigenze della tua azienda.